RICERCA

Al DiSIT svolgono attività didattica e di ricerca 75 docenti e ricercatori, 19 tecnici di laboratorio, e circa 70 assegnisti, borsisti e dottorandi, alcuni dei quali provenienti da Università straniere.

Il DiSIT ha continuato i rapporti con Enti e Università nazionali e internazionali intrapresi dagli Enti che sono confluiti in esso e ne ha intrapresi di nuovi. Svolge un'intensa attività di ricerca di base, relativamente all'ambiente, ai materiali, alla chimica (bioinorganica, industriale, analitica, computazionale), alle scienze agroalimentari, all'energia, alla fisica (teorica, nucleare, subnucleare e della materia), alla matematica, all'aerospazio, all'intelligenza artificiale, alle nanotecnologie.

L'attività di ricerca del Dipartimento è stata ed è finanziata da numerosi progetti nazionali (PRIN, FIRB, AIRC, TELETHON, INFN), dall'Unione Europea, da fondi regionali (POR_FER) e locali. Numerosi finanziamenti sono pervenuti anche dal settore industriale.

Il DiSIT partecipa inoltre a numerosi programmi di cooperazione e mobilità europei (COST ACTIONS) ed è Reference Center delle Nazioni Unite per i programmi di monitoraggio dell'area del Mediterraneo (UNEP-MAP); svolge una regolare ed intensa attività organizzativa di seminari, scuole e congressi, ha rapporti con Enti e Università nazionali e  internazionali.

Il nostro dipartimento collabora inoltre con quattro centri o consorzi di ricerca: in primo luogo il CIMIB (Centro Interdisciplinare per le Metodologie Innovative in Biotecnologie) di cui è sede e la cui mission è costituita dalle tecniche omiche (genomica, proteomica e metabolomica) e dalla system biology, e il Centro interdisciplinare per le nanoscienze e lo sviluppo tecnologico di materiali innovativi (Centro Nano-SiSTeMI). Inoltre partecipa al Consorzio interuniversitario di ricerca sulla chimica dei metalli nei sistemi biologici (CIRCMSB, Bari), al Consorzio interuniversitario di chimica e biologia dei metalli in traccia (CICBMT,Genova) e al Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali (INSTM, Firenze).